Vai al contenuto

dicembre 3, 2005

Tornato dalla mia gita nel far west… sempre intrigante la grande america. Questa volta ho avuto l'onore di visitare anche Dallas… un gigantesco mall…

Sono riuscito anche a spendere qualche ora in un pronto soccorso americano, stile ER… un mio collega si era sentito male… ambulanza nel giro di 4 minuti…elettrocardiogramma in diretta…decisione di portarlo all'ospedale per accertamenti…l'ho seguito per ragioni di servizio. Mi e' solo dispiaciuto che l'ambulanza non abbia messo la sirena. Sarebbe stato bello seguirla con la mia macchina a noleggio. Mi e' parsa una gita su Marte. Efficienti. Premurosi. Gentili. Professionali. Umani. Ci mancava solo George Clooney,  poi poteva sembrare proprio un telefilm.

Proprio come nel paese che mi dota di passaporto…E per favore, non iniziamo la solita storia che in America servono le assicurazioni. Come se noi non pagassimo una valanga di soldi per l'assistenza sanitaria…

Kasko

From → Senza categoria

5 commenti
  1. pensieriemotivi permalink

    beh? esattamente come in italia ehehehe

  2. anonimo permalink

    ho frequentato anche io un pronto soccorso americano quest’anno, mio figlio piccolo ha avuto la bella idea di rompersi un braccio a ny. al saint john hospital del queens , che sembra più uscito da scrubs che da er (c’era pure l’inserviente che mi ramazzava sui piedi nel corridoio) , è stato visitato da 3 (dico 3) medici tra cui il primario che era ebreo con la scazzetta in testa , un ragazzino irlandese che ovviamente si chiamava sean e un indiano o pachistano che ovviamente si chiamava alì , giusto per dare un tocco di colore (notare che l’ospedale formalmente è cattolico), gli han fatto le lastre nel giro di mezz’ora e dopo un’ora è mezza era fuori con il braccio ingessato. io , memore dei servizi del tg3 e di report , ero già pronto con la mia carta di credito in mano per pagare 2-3000 dollari di prestazioni mediche. la receptionist mi ha guardato basita e mi ha detto “ma non dovete pagare”. nemmeno il ticket?? ma questo non l’ho detto perchè sarebbe stato arduo avventurarsi a spiegare che da noi il ticket non serve per viaggiare in metropolitana ma per pagare l’ospedale. che poi sian tutte rose e fiori negli usa non lo credo , questo cmq è quello che mi è capitato. a presto con una nuova puntata di “verissimo”.r.

  3. Attraverso permalink

    Voglio sapere tutto del concerto e…

  4. RelAnarwen permalink

    ehi! a me tutto bene….tu giri il mondo, io resto rintanata in questa città che ormai mi sta stretta….ti saluto baci marta….
    ps: ma poi i temutissimi quarant’anni??

  5. anonimo permalink

    due ore e mezza di concerto , dal vivo è veramente mitico (per una volta non è termine improprio). quasi piango quando ha cantato “what becomes of brokenhearted” e “hearts of stone”. stoico kasko a resistere in piedi senza conoscere nemmeno una canzone. figata estrema si poteva fumare (parlo di tabacco per quanto poi ognuno fumi quel che cappero gli pare)r.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: